Chi Siamo

i fondatori dell'AVIS

I fondatori dell’AVIS


Un breve profilo dell’associazione

L’ AVIS è una associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un’adeguata disponibilità di sangue e dei suoi emocomponenti a tutti i pazienti che ne hanno necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e la raccolta di sangue. La sua attività si basa sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quali elemento centrale e insostituibile di solidarietà umana. Possono farne parte coloro che hanno intenzione di donare volontariamente e anonimamente il proprio sangue, ma anche chi non potendo fare donazioni per idoneità, desideri collaborare gratuitamente a tutte le attività di promozione, proselitismo e organizzazione.
Oggi è la più grande organizzazione di volontariato del sangue italiana che, con circa 1.000.000 di donatori, raccoglie circa 1’80% del fabbisogno nazionale di sangue. Lo Stato italiano gli riconosce la natura privata e ne sostiene l’attività attraverso rimborsi, stabiliti da un decreto ministeriale ed erogati secondo apposita convenzione dalle Aziende Sanitarie per la promozione, la chiamata e l’invio dei donatori alle strutture trasfusionali sia pubbliche che dell’Associazione e per la raccolta diretta delle unità di sangue. Nessun’altra cifra è corrisposta alle associazioni per il servizio di raccolta del sangue.
Aderisce al regime ONLUS, Digs 460/97 e partecipa, in regime di convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale, alla raccolta del sangue anche con proprie strutture e personale.

AVIS SENAGO

Il monumento dell'AVIS a senago

Monumento AVIS Senago

L’Avis a Senago è nata nel 1959. Dal piccolo gruppo di fondatori, fra i quali ricordiamo Don Valentino Rigamonti, Luigi Mantica e Guido Sioli, è arrivata oggi ad avere oltre mille donatori effettivi.
La sezione, che accoglie al suo interno anche una sottosezione ADMO ( Associazione Donatori di Midollo Osseo ), ha sede in via Don Rocca, 25 – Senago (MI).

E’ aperta dal Lunedì al Giovedì dalle ore 20.00 alle 21.00 e la Domenica dalle ore 10.00 alle 12.00.
Per informazioni:
– Telefono 029988451 / 0299764019
– Fax 029988451
– E-mail: avis.senago@gmail.com

“ Se un uomo ha fame e tu gli doni un pesce, lui si sfamerà per una volta soltanto. Ma se tu a quell’uomo insegnerai a pescare, egli si sfamerà per sempre”
Quanto di più saggio e veritiero in questo millenario proverbio frutto della saggezza cinese, d’aiuto oggigiorno ove i fondamentali valori della nostra civile convivenza sono posti pesantemente in discussione.
Certo non mancano gesti di profonda umanità verso gli altri e i mass media, soprattutto di questi ultimi tempi, ne hanno ampiamente documentato. Tuttavia permangono ancora delle “ zone d’ombra” in particolare laddove, come nel caso della donazione, purtroppo si assiste ad un costante appello per poco o nulla recepito.
Non ci si stancherà mai di ricordare, come nel nostro caso, che il sangue ( o Oro rosso per il suo colore ed inestimabile valore ) è sì un diritto sociale richiederlo ma è soprattutto un dovere umano poterlo donare. Per fare oggi ciò che in futuro potrà forse essere fatto a noi stessi!
“ Aiutare un nostro simile nel momento del bisogno è sicuramente un gesto nobile e di profonda umanità. Ma quando si aiuta donando parte della nostra vita per la vita del mio simile si compie un gesto universale……come la vita!”